Gli scienziati italiani nel mondo e la crescita del Paese

autore: Ufficio stampa

Riunire i principali protagonisti del mondo scientifico italiano all'estero, mettendoli in stretto contatto con i decision makers competenti in materia in Italia. E' l'obiettivo del convegno "Gli scienziati italiani nel mondo e la crescita del Paese", tenuto oggi 17 aprile alla Farnesina.

Ha aperto i lavori il Ministro degli Affari Esteri Giulio Terzi di Sant’Agata.

L’incontro, organizzato dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri – Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica – si inscrive nel quadro della costruttiva e consolidata collaborazione avviata tra il MAE e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e ha come obiettivo di riunire i talenti del mondo scientifico italiano all’estero per discutere alcune tematiche relative all’internazionalizzazione del sistema della ricerca.

Affrontato anche il tema dell'articolazione di reti tra i talenti scientifici italiani all'estero, evidenziando i fattori che potrebbero contribuire a potenziare le basi per un sempre maggior inserimento delle nostre "eccellenze" scientifiche nei sistemi internazionali della ricerca e per un’integrazione con quanto viene realizzato in Italia in un contesto di mobilità del sapere e di interazione tra esperienze diverse.

"La conoscenza che gli scienziati italiani - ha dichiarato il ministro Terzi - producono lontano da qui può avere lo stesso apporto vitale che ebbero le rimesse degli emigranti del secolo scorso, oggi è la conoscenza la vera ricchezza e mettendola in rete si producono innovazione e progettualità. In occasione dell'ultima edizione del Festival della Scienza di Genova lo aveva spiegato bene Carlo Ratti, direttore del Senseable City Lab del Mit di Boston e uno dei più noti tra i nostri "cervelli in fuga": "Il contributo di un lavoratore della conoscenza può svolgersi ovunque e contribuire al benessere di luoghi lontanissimi da quelli in cui si trova. Vista dall'interno la fuga dei cervelli può spaventare. Ma l'Italia, stabilendo relazioni forti, può trarne una grande forza".

''Occorre - ha proseguito il Ministro Terzi - un cambiamento strutturale del nostro sistema economico. Siamo convinti che, se i tassi di crecita sono stati bassi per anni, è anche perché si sono a lungo trascurate la scienza e la ricerca, quali componenti imprescindibili del dinamismo economico''.

il: 17/04/2012 15:26:51

articolo letto: 6734 volte

News

The Tiger's Dream

An exhibition delves into the life and times of Tipu Sultan, the South Indian ruler, statesman, and patron.

Made in Naples

A city undeniably industrious.

Mathaf: arab museum of modern art

Mathaf museum hosts exhibitions, programs and events in Doha, Qatar.

LEONARDO

From April 15, 2015.The largest exhibition dedicated to Leonardo ever organized in Italy.

Archivio