English Heritage

L’English Heritage è l’ente che ha in cura la maggior parte dei monumenti e dei palazzi storici, delle aree archeologiche e dei luoghi d’arte della Gran Bretagna. Il sito contiene informazioni sulle principali strutture gestite e sugli eventi che vengono realizzati. Da visitare la sezione “Archeology and Survey”, da cui si può accedere a una breve descrizione di alcuni dei recenti progetti del Dipartimento, tra i quali segnaliamo, per la storia romana, Wroxeter Hinterlands, progetto portato avanti in collaborazione con la Birmingham University Field Archaeology Unit. Particolarmente interessante, poi, “Monument Class Descriptions”, una ricca banca dati sulle tipologie monumentali del patrimonio archeologico ed artistico dell'Inghilterra.
Infine da segnalare lo spazio intitolato “Policy, Standards & Guidance”, che si propone come occasione di confronto sulle linee guida da seguire nell'indagine archeologica. Molto interessanti le immagini, che accompagnano i testi già di per sé particolarmente approfonditi.


Ministero austriaco della cultura

Pubblica Istruzione, Cultura e Scienza: sono queste le tre macroaree all’interno delle quali si trova ad opera il Ministero austriaco della Cultura. Per quel che riguarda il primo segmento, il sito, realizzato in tedesco, inglese e francese, contiene informazioni varie sulla scuola austriaca, sulle università e sulla ricerca scientifica, compresi testi di legge e programmi in vigore e i link con le scuole austriache dotate di un proprio sito. Nello spazio Cultura vi è una sottosezione riservata ai musei austriaci: in particolare vi sono le descrizioni di alcuni fra i più celebri spazi museali di Vienna (Albertina, di Storia Naturale, la Galleria Belvedere, Militare). Nello spazio riservato alla Scienza, invece, vi sono informazioni sui programmi di ricerca avviati dal Governo austriaco in questo campo e rapporti annuali sullo sviluppo scientifico.
Il sito è completato dalla classica presentazione del Ministro in carica e dei suoi collaboratori, da una sezione sul mondo dell’Università austriaca e da notizie sui programmi comunitari per incentivare l’accesso alla cultura e all’arte.


Ministero belga della Cultura

Sito ufficiale (realizzato in lingua inglese, francese, olandese e tedesca) del Ministero federale belga per gli affari scientifici, tecnologici e culturali. La novità principale rispetto a siti analoghi di altri paesi consiste in una ricca carrellata di video che offrono un panorama delle espressioni artistiche, culturali e scientifiche del paese. Lo spazio “New” contiene le ultime novità sugli eventi in agenda più rilevanti, sulle mostre in programma, sui programmi di respiro internazionale. Ampio spazio è dedicato alla sensibilizzazione dei giovani verso la scienza e la cultura, con una serie di iniziative governative riportate nella sezione “Young & Education”. Per concludere va segnalata la presenza di un ricco indirizzario di istituzioni artistiche e di rilievo culturale.


Ministero brasiliano della Cultura

Sito ufficiale del Ministero brasiliano della Cultura. Anche chi non conosce la lingua portoghese non avrà difficoltà a navigare tra le tante sezioni di questo spazio Web, lasciandosi condurre dalle numerosissime illustrazioni presenti. Per quanto riguarda il settore dell’arte, da visitare lo spazio intitolato “Fundacoes e Autarquias” che rimanda ai siti Internet dei principali enti per la promozione artistica del paese sudamericano. L’homepage presenta, inoltre, informazioni sui concorsi indetti dal Ministero e sui programmi per avvicinare l’arte ai bambini. “Relatorios de Ativitades” contiene poi un elenco dei rapporti annuali sulla diffusione della cultura in Brasile.


Ministero britannico della Cultura

Il Ministero inglese della Cultura si occupa anche di media e di sport. Estende inoltre la sua competenza ai settori dell’arte, del turismo, delle lotterie nazionali, e alla supervisione di biblioteche, gallerie e musei che si trovano nelle isole britanniche. Il sito Internet, non ricchissimo di contenuti, può essere visitato tramite grafica animata o in modalità solo testo. Per ciascuno dei settori indicati vi sono informazioni di carattere istituzionale sui progetti in corso da parte delle amministrazioni locali e link per eventuali approfondimenti, nonché notizie per chi intende visitare i luoghi d’arte.
Non mancano, poi, riferimenti al ricchissimo patrimonio di oggetti d’arte che si trovano nei castelli reali, alcuni dei quali liberamente visitabili dal pubblico. Per finire, il sito contiene un rapido resoconto delle manifestazioni organizzate in onore dei 50 anni di regno di Elisabetta II.


Ministero danese della Cultura

Realizzato in lingua danese e inglese, il sito del Ministero della Cultura della Danimarca si distingue per la semplicità della navigazione e per l’abbondanza dei contenuti. Le sue attività abbracciano settori anche molto differenti fra loro, dall’architettura all’arte creativa, dall’educazione allo sport, dai libri ai musei, dalla musica alla radio, alla televisione. Nello spazio “Museums” vi è una presentazione degli spazi museali più importanti dello stato del Nord Europa, con una suddivisione in aree: Istituzioni, Musei d’Arte, Storia della Cultura, Storia dell’Arte. Oltre a una presentazione del Ministro in carica e della composizione ministeriale, troviamo poi informazioni sulle pubblicazioni realizzate o finanziate, di cui alcune riguardano tematiche artistiche.


Ministero della Cultura della Repubblica Ceca

Sito ufficiale, realizzato anche in lingua inglese, del Ministero della Cultura della Repubblica Ceca. Nella parte sinistra dell’homepage vi è un appello per salvare le bellezze artistiche del paese danneggiate dall’alluvione dell’estate 2002. Clikkando su questa sezione è possibile accedere a una serie di immagini che testimoniano degli ingenti danni arrecati dall’evento naturalistico, con i numeri di telefono e gli indirizzi per chi volesse inviare il suo contributo per la ricostruzione.
Per il resto, il sito è suddiviso in tantissime sezioni, alcune delle quali, tuttavia, non sono state ancora riempite di contenuti. Da segnalare gli spazi riservati ai musei, alle gallerie d’arte, alle istituzioni sul tema, ai palazzi e alle residenze storiche, per concludere con i fondi per la cultura. Da segnalare, infine, un riferimento all’Istituto Italiano di Cultura che ha sede a Praga. L’ente si occupa di organizzare eventi di promozione dell’arte, della musica, del cinema e del teatro italiani nella capitale Ceca


Ministero della Cultura francese

Il Ministero della Cultura e della Comunicazione francese si presenta al pubblico del Web con un sito Internet molto snello, caratterizzato da un ottimo livello di navigabilità e da una serie di approfondimenti tematici. Oltre alle classiche informazioni sulla composizione e sulle attività del Ministero, troviamo molte notizie sul settore dell’arte. In particolare, da segnalare lo spazio intitolato “Exposition Virtuelle”, che consente, anche a chi abita lontano dai luoghi in cui si svolgono mostre di respiro internazionale, di usufruire dei contenuti. È infatti possibile viaggiare tra le opere esposte, accedere ad informazioni sulle particolarità e sulla storia di ciascuna. Un’altra segnalazione particolare va fatta a proposito delle tante notizie riguardanti la cultura, l’arte e la ricerca, fruibili accedendo allo spazio “Recherche, Etudes e Statistiques”.


Ministero della Cultura islandese

Ministero della Cultura, della Scienza e dell’Educazione dell’Islanda. I contenuti sono abbondanti, anche se in gran parte riferiti alle attività svolte dallo stesso Ministero, all’organizzazione interna dei servizi, ai progetti prossimi venturi. Per quel che concerne lo spazio specifico intorno all’arte, non troviamo molte informazioni. Interessante, comunque, risulta il ricco indirizzario di enti pubblici e privati che organizzano eventi di respiro internazionale.


Ministero delle Arti e della Cultura della Repubblica Sudafricana

Ministero delle Arti, della Cultura, delle Scienze e della Tecnologia della Repubblica Sudafricana. I suoi principali settori di attività sono: tutela del patrimonio, attraverso la conservazione e la promozione di luoghi d’arte di particolare rilievo; linguaggio, con una serie di attività dirette ad elevare il livello culturale della popolazione e la comprensione della lingua nazionale; performance artistiche, il cui patrocinio è diretto alla realizzazione di nuove infrastrutture per mostre e di film, esposizioni e produzioni musicali di particolare interesse culturale; sostegno alle innovazioni tecnologiche dirette a migliorare la ricerca e a ridurre le disparità sociali.


« 1 | 2 | 3 »

News

The Tiger's Dream

An exhibition delves into the life and times of Tipu Sultan, the South Indian ruler, statesman, and patron.

Made in Naples

A city undeniably industrious.

Mathaf: arab museum of modern art

Mathaf museum hosts exhibitions, programs and events in Doha, Qatar.

LEONARDO

From April 15, 2015.The largest exhibition dedicated to Leonardo ever organized in Italy.

Archivio